Monthly Archives: January 2013

La moltiplicazione dei vestiti!

Standard

Non c’è tutorial perchè io e mia figlia Silvia abbiamo agito un po’ di getto, prese dall’entusiasmo, e nemmeno abbiamo la foto del prima e dopo, ma fidatevi, è stato molto divertente ricavare da un vecchio abito da sera vintage un po’ troppo lungo un miniabito molto “Swinging London” e una gonnellina arricciata.

Per il primo è bastato tagliare dritto e rifare l’orlo, l’abito vintage era già perfetto come misure,

IMG_9616

Per la gonnellina, abbiamo acquistato un elastico alto circa 20 cm della lunghezza della circonferenza fianchi, lo abbiamo cucito e poi svasato con due cuciture sui fianchi dalla misura della circonferenza vita alla misura della circonferenza fianchi. Poi abbiamo cucito la balza ricavata dal tessuto avanzato dall’abito. E’ stato un po’ difficile perché abbiamo dovuto suddividere in parti uguali il tessuto e poi cucirlo all’elastico tendendo questo sotto la macchina da cucire, ma il risultato valeva la pena. che ne dite?

CIMG6373

Advertisements

C’era un tempo…..

Standard

…in cui mi apllicavo all’antica arte del Bonsai…..Essendo la mia manualità artistica poco più che nulla i miei compiti erano principalmente strappare le malerbe, raccogliere le foglie secche e rastrellare la ghiaia; a volte, per necessità, mi era concesso di annaffiare le piante o di defogliare qualche acero, di lavare le radici e di preparare i terricci e i vasi….ma questo dopo un lungo apprendistato!

C’era però un ambito in cui trovavo altri spazi, poichè il mio maestro era di poche parole, preferendo il fare al blaterare. Per questo lasciava a me spesso la stesura dei testi che accompagnavano gli articoli sulle sue opere pubblicate da alcune riviste specializzate o nella fanzine della nostra scuola.

Oggi la serendipità mi ha fatto ritrovare il testo di un lavoro per me molto bello e accurato: “Il giardino di Anicca”: ovviamente testo e foto sono a stampa e perciò ho provato a scansionarli.

Spero risultino leggibili.

Il giardino di Anicca 1Il giardino di Anicca 2

…e il dopo compleanno

Standard

stampante 3d

Dopo la visita  alla mostra siamo andati a trovare i nostri amici di Adalab per vedere all’opera la stampante 3D, questo magnifico grezzo mostriciattolo open hardware che permette di creare oggetti unici in ABS (la plastica del Lego per capirci) e in PLA (una bioplastica) a partire da un disegno: decisamente un nuovo orizzonte per la creatività tecnica (è possibile creare resistentissimi modelli per  sviluppare qualsiasi soluzione) e artistica (è possibile creare ogni forma e con i colori più incredibili).

Ovviamente la tecnologia di supporto è italiana….incredibile? No! Arduino!

Buon Compleanno a me!

Standard

Ieri era il mio compleanno e ho deciso di festeggiarlo in modo diverso dal solito. A Vicenza c’è (ma ancora solo per oggi) una mostra molto quotata, Raffaello verso Picasso nella Basilica Palladiana.

Attraverso un centinaio di opere, la mostra percorre il cammino della raffigurazione del volto e della figura umana dal ‘400 al ‘900.

E’ stata, ça va sans dire, una bella emozione, nonostante le 2 ore e rotte di coda e la grande folla che riempiva le sale.

Caravaggio Coronazione di spine

La Coronazione di Spine di Caravaggio

 

 

 

la Danza a Bougival di Renoir

Renoir Danza a Bougival

 

 

 

 

 

 

e il ritratto di Van Gogh, insieme a quelli di Cezanne e GauginVan Gogh Autoritratto

sono le opere che mi hanno più colpita, ma gli artisti esposti erano tanti e tali da lasciarmi senza fiato alla fine del cammino, anzi sazia e con un leggero mal di testa, proprio come mi fosse appena alzata da un banchetto luculliano.

Insomma compleanno senza torta e candeline (…ce ne sarebbero volute troppe!) ma decisamente godereccio e lussuoso…..

 

Dadi didattici dai cartoni del latte

Standard

Come trasformare questi…

How to turn these..

CIMG6347

…in questi:

…in these:

CIMG6379

???

I cartoni del latte  non mancano nelle case dove ci sono bambini. Normalmente li buttiamo non sapendo che farci, ma, come molte altre cose che normalmente definiamo spazzatura, sono in realtà un ottimo materiale per realizzare giochi e oggetti vari.

The milk cartons are not lacking in homes where there are children. Normally we throw them not knowing what to do with, but, like many other things that normally define junk, they are actually a great material to make toys and other items.

Ecco qui un’idea per trasformarli in strumenti didattici per i primi apprendimenti dei nostri bambini.

Here’s an idea to turn them into educational tools for early learning of our children.

Certamente dopo le feste troviamo in giro per casa anche avanzi di carte da regalo e carta velina. Un po’ di colla vinilica e nastro adesivo di carta e pochi attrezzi ci bastano per trasformare i cartoni del latte in simpatici dadi multicolori per insegnare ai nostri bimbi le lettere dell’alfabeto. Loro si divertiranno molto ad aiutarci e la carta velina è un materiale che ci perdona errori e imprecisioni.

After holidays are around the house even leftover wrapping paper and tissue paper. We need only a little ‘glue, masking tape and a few tools  to completely transform the milk cartons in pretty colored dice to teach our children the letters of the alphabet. They will really enjoy to help, and the tissue paper is a material that forgives mistakes and inaccuracies.

Naturalmente possiamo sbizzarrirci ad attaccare o dipingere sulle facce dei dadi quel che vogliamo: numeri e simboli per apprendere l’aritmetica, sillabe per comporre le prime parole o disegni colorati per i bimbi più piccoli…..

Of course we indulge ourselves to attack or paint on the faces of the dice that we want, numbers and symbols to learn arithmetic, syllables to form the first words or colorful designs for younger children …..

Qui il tutorial.

Plastic Bottles Masks & Puppets

Standard

Un’ attività molto carina da fare con bambini e ragazzi è la realizzazione di maschere o marionette. Utilizzando Flaconi e bottiglie di plastica i risultati sono sorprendenti.

A nice activity to do with children and young people is the creation of masks or puppets. Using  plastic bottles the results are amazing.

Bastano pochi attrezzi (forbici ben affilate, taglierino, pinza per bucare, marker resistenti) e materiali di riciclo quali: flaconi del detersivo, bottiglie del latte, tappi di plastica e sughero, spago o fettuccia di maglia (anche questa realizzata tagliando vecchie T-shirt) e spazio alla fantasia:

Just a few tools (scissors, a very sharp knife, pliers to pierce, resistant markers) and recycled materials such as bottles of detergent, milk bottles, plastic caps and cork, twine or strip of jersey (also made ​​by cutting old T-shirt) and space to imagination:

IMG_8923IMG_8984 IMG_9043 rodolfo Jack

Sopra, alcuni esempi delle realizzazioni dei Laboratori Cre-Attivi Perilmondo

Above, some examples of the achievements of the Perilmondo Cre-Active Workshops

Ecobijoux

Standard

orecchini pet

Ho iniziato circa 1 anno fa a lavorare con il PET per realizzare i miei orecchini: nella foto sopra i primi esemplari.

I started about one year ago to work with the PET to make my earrings in the photo above the first samples.

Qui sotto invece orecchini e bracciale realizzati con tappi, bottoni e perle: il materiale non è mai nuovo (a parte ovviamente le monachelle e il filo), ma proviene da vari “ritrovamenti”: abiti usati o vecchia bijotteria, soffitte e cantine di parenti, amici e donatori, ecc….

Below instead earrings and bracelet made ​​with caps, buttons and pearls: using materials are never new (except of course the hooks and the wire), but they come from various “discoveries”: used clothes or old bijoux or trinkets, attics and basements of relatives, friends and donors, etc.

IMG_9415L

Il bangle è realizzato oltre che con i tappi e i bottoni, con un’anima di PET rivestita con avanzi di lana.

The bangle is made as well as caps and buttons, with a core of PET coated with leftover wool.

Tutti i bijoux che creo sono destinati al fund raising di Perilmondo Onlus: li potete avere con una donazione all’associazione: ci aiuterete cosi a sostenere progetti educativi a favore di bambini che vivono in zone  di conflitto. Per ottenerli, scrivete a bramati@perilmondo.org

All bijoux i create are destined for Perilmondo Onlus fund raising. You may get all these items donating to PerilmondoOnlus, helping us to improve our educational project for children living in conflict areas. Write for it to bramati@perilmondo.org

Altre creazioni/other items