Category Archives: Tutorial

Addobbi natalizi. I dolcetti di panno!!!

Standard

foto 17-11-13 001 Molti amici di Facebook li hanno presi per veri (certo per colpa della mia scarsa attitudine fotografica)….questi dolcetti di panno da appendere all’albero sono proprio carini. E nonostante le apparenze piuttosto semplici da realizzare. Visti in una vetrina sono subito andata a cercarmi i tutorial e con questi (1  e 2 ) sottomano, mi son messa a tagliare, cucire e incollare.

Ingredienti: pannolenci, ma anche vecchie felpe, sciarpe ecc. in pile o altri tessuti morbidi, monocromi (o con piccole fantasie) e non sfilacciosi, filo da cucito e da ricamo, perle e perline varie, ovatta da imbottitura, cartoncino, rotolini della carta igienica e della carta cucina (ovviamente si possono utilizzare anche altri supporti a fantasia, tipo le scatole di formaggini o i fondi dei probiotici) cartone ondulato (va benissimo quello dei pacchi di crackers (magari colorato di marrone), colla a caldo e colla con brillantini, nastro biadesivo, nastrini di raso, forbici dritte e a zigzag, un po’ di manualità e q.b. di creatività!

foto 26-11-13 006

Orecchini e bracciali con PET e carta

Standard

Con qualche foglio di carta velina colorata e la plastica delle bottiglie è possibile creare monili molto carini e di facile realizzazione.

Vi piacciono questi orecchini?

IMG_0455

e questi bracciali?

bracciali decupati 1

Qui trovate il tutorial per realizzarli.

Altri monili di mia creazione con la stessa tecnica li potete veder qui.

 

Retine per frutta e verdura (terza parte)

Standard

Naturalmente non potevo evitare di provare ad utilizzare le retine in un modo molto più interessante, ovvero trasformarle in collane, abbinandole ad altri materiali. Non è stato semplice trovare un’idea e forse questa prima realizzazione è da definire meglio però io sono soddisfatta….

Vediamo se il primo risultato piace anche a voi. Prima di tutto ho creato con le retine e la sigillatrice dei tubi:

IMG_9837 IMG_9832

e li ho rigirati con una bacchetta di bambù

IMG_9831IMG_9833

una volta preparati i “contenitori” ho preparato le “perle” di pet: ho scelto il blu perchè abbinato all’arancio a me fa tanto estate e la collane che avevo in mente era proprio estiva.

Per farla breve con dei capicorda, filo e anellini d’argento e con le perle di petIMG_9844

ho realizzato degli elementi:

IMG_9845Che ho poi unito con una catena recuperata  a formare questa collana:

IMG_9848

che ne dite ? è abbastanza luminosa ed estiva?

Retine per frutta e verdura (seconda parte)

Standard

Passiamo adesso alle retine delle cipolle e delle patate……..

Queste qui: IMG_9818In commercio se ne trovano di vari colori: bianco, giallo, arancio, rosso…..forse anche azzurre, blu e verdi…..lo spero ma non ne ho ancora trovate!

Bene, l’ uso più facile è di utilizzare la retina per il drenaggio per i vasi da fiori: la si ritaglia a misura di vaso e la si pone sul fondo dello stesso al posto dei sassi o dei cocci che spesso otturano i fori; questo è un trucchetto che ho imparato quando mi occupavo di bonsai. I vasi da bonsai come è noto spesso sono molto bassi e i negozi specializzati vendevano addirittura delle speciali retine per questo uso…..

Altri usi possono essere più creativi e prevedono la necessità di saldare insieme più retine. Per esempio sfruttandone i colori le abbiamo utilizzate per decorazioni delle feste di Halloween: le abbiamo saldate insieme per farne dei lunghi nastri da cui far pendere fantasmi, pipistrelli, ragnatele e bave di varia natura per un effetto più “schifoso” possibile…..

Visto l’imminente arrivo della Pasqua e la prevalenza dei colori giallo e arancio possiamo utilizzarle anche per formare nastri e fiocchi colorati per ornare il nostro “Albero di Pasqua”, la tavola, le uova…..

Per saldarle insieme io ho una sigillatrice per plastica che recentemente con mia grande meraviglia ho visto utilizzare anche per piegare i vinili….. molto interessante, prima o poi ci proverò! Eccola qui:

IMG_9828

Naturalmente è sufficiente utilizzare il ferro da stiro con la carta forno, anche se la sigillatrice dà un risultato più sottile e  lineare.IMG_9841

Retine per frutta e verdura (prima parte)

Standard

La prima cosa da fare è:

Evitare di comprare frutta e verdura confezionata!

Però a volte siamo di corsa, non abbiamo il tempo di andare in piazza al mercato per rifornirci di vitamine e fibre e il supermercato sotto casa è così comodo!!!!

In questo caso se posso scelgo frutta e verdura in rete….perchè poi qualcosa ci faccio, con le retine!!!!!

Per esempio, quelle classiche delle arance, queste qui:

IMG_9819sono ottime per lavare i piatti, anche se dopo un po’ si sfilacciano. Ma che importa, sono gratis, anzi comprese nel prezzo, perchè buttarle senza utilizzarle fino in fondo?

il metodo è semplicissimo: quando le aprite cercate di tagliarle regolarmente , senza strapparle;  mettetene da parte……mmmmmhhh…. 7 o 8 sono sufficienti. Tiratele cosi:

IMG_9822 poi ripiegatele e sovrapponetele:IMG_9825IMG_9823infine legatele insieme con un bel fiocco e utilizzatele per lavare piatti e pentole: vedrete quanta schiuma e che bel pulito senza abrasioni!

IMG_9827

Dadi didattici dai cartoni del latte

Standard

Come trasformare questi…

How to turn these..

CIMG6347

…in questi:

…in these:

CIMG6379

???

I cartoni del latte  non mancano nelle case dove ci sono bambini. Normalmente li buttiamo non sapendo che farci, ma, come molte altre cose che normalmente definiamo spazzatura, sono in realtà un ottimo materiale per realizzare giochi e oggetti vari.

The milk cartons are not lacking in homes where there are children. Normally we throw them not knowing what to do with, but, like many other things that normally define junk, they are actually a great material to make toys and other items.

Ecco qui un’idea per trasformarli in strumenti didattici per i primi apprendimenti dei nostri bambini.

Here’s an idea to turn them into educational tools for early learning of our children.

Certamente dopo le feste troviamo in giro per casa anche avanzi di carte da regalo e carta velina. Un po’ di colla vinilica e nastro adesivo di carta e pochi attrezzi ci bastano per trasformare i cartoni del latte in simpatici dadi multicolori per insegnare ai nostri bimbi le lettere dell’alfabeto. Loro si divertiranno molto ad aiutarci e la carta velina è un materiale che ci perdona errori e imprecisioni.

After holidays are around the house even leftover wrapping paper and tissue paper. We need only a little ‘glue, masking tape and a few tools  to completely transform the milk cartons in pretty colored dice to teach our children the letters of the alphabet. They will really enjoy to help, and the tissue paper is a material that forgives mistakes and inaccuracies.

Naturalmente possiamo sbizzarrirci ad attaccare o dipingere sulle facce dei dadi quel che vogliamo: numeri e simboli per apprendere l’aritmetica, sillabe per comporre le prime parole o disegni colorati per i bimbi più piccoli…..

Of course we indulge ourselves to attack or paint on the faces of the dice that we want, numbers and symbols to learn arithmetic, syllables to form the first words or colorful designs for younger children …..

Qui il tutorial.